\\ Home Page : articolo : stampa
decalogo dei film di serie B
di stefano del 11/09/2007 @ 22:29:00, in cinema, letto 2690 volte
Per essere davvero tale, un film di serie b deve rispettare alcune inviolabili regole. Non è solo il budget ridotto, infatti, che crea un b movie. Esistono film volutamente b realizzati spendendo parecchi milioni di dollari.

ecco, a mio parere, dieci regole che permettono di capire se un film è realmente di serie b. chi vuole può commentare con esempi o segnalare gravi mancanze:


1)
qualcuno, in un qualsiasi punto del film, deve dire: “moriremo tutti”;
2) il cattivo della situazione deve essere davvero cattivo, in modo gratuito e fuori scala, e deve ridere in modo sguaiato e malvagio;
3) il cattivo muore in modo orribile e dolorosissimo e spesso viene anche sbeffeggiato;
4) non deve mancare una scena lunga e ridondante, spesso anche fastidiosa: un combattimento, una scena splattero simili;
5) all’inizio del film deve essere facilmente individuabile un personaggio (solitamente nerd, ma non sempre) che morirà in modo atroce;
6) ad un dato momento, davanti ad una scena inaspettata, qualcuno dovrà dire: “Mio dio!”, oppure “Madre di dio!” o “Dio dei cieli!”;
7) non deve mancare una scena di sesso gratuito, o, almeno, un seno abbondante in primo piano;
8) lo spocchioso di turno muore in modo plateale e telefonato (variante nei b-movie horror: chi fa battute cercando di ridicolizzare gli avvenimenti, muore);
9) non deve mancare il burlone di turno che subissa tutti con battute piuttosto brutte, o, in sostituzione, il protagonista infarcisce le scene con salaci frecciate;
10) il protagonista e il cattivo sono legati da un evento passato, magari lo stesso maestro di arti marziali o simili