\\ Home Page : articolo : stampa
Sicurezza all'aeroporto
di stefano del 27/12/2009 @ 17:14:56, in giornalismi, letto 912 volte
E' raro che la realtà fornisca prove così evidenti dell'inutilità delle misure di sicurezza aeroportuali, come il fallito attentato sul volo Amsterdam-Detroit.
Umar Farouk Abdulmuttalab, l'attentatore di Al-Qaeda era stato segnalato all'attenzione delle forze dell'ordine da tempo. Figlio di un banchiere nigeriano, era stato mandato dal padre in Inghilterra a studiare. Dopo poco tempo aveva fatto perdere le sue tracce, per seguire Al-Qaeda. Il padre, che sospettava le tendenze del figlio, lo ha fatto presente a chi di dovere, tanto che gli era stato proibito di rientrare in Gran Bretagna.

Nonostante tutto, e nonostante le ore che si perdono in aeroporto in controlli assurdi e ridicoli, si imbarca per andare in America e immolarsi sul volo.

A questo punto, gli unici due modi per rischiare di essere fermati in aeroporto ai controlli antiterrorismo sono: essere davvero brutti e con la faccia di un cattivo di hollywood, oppure tatuarsi in fronte la scritta: TERRORISTA.

Pensateci, la prossima volta che dovete prendere un volo!