\\ Home Page : articolo : stampa
2mila euro per andarsene
di stefano del 29/11/2008 @ 01:29:23, in giornalismi, letto 1075 volte
La notizia è uscita su un quotidiano locale del trevigiano e poi è stata rilanciata dai principali organi nazionali (qui  quella del corriere.it): il comune di Spresiano offre 2000 euro alle famiglie di immigrati che decidono di lasciare il paese.

Non voglio scrivere un commento perché mi pare superfluo, ma una semplice associazione mentale, la prima cosa che mi è venuta in mente quando ho letto il titolo della notizia - una sorta di esercizio di scrittura automatica.
Da Commodo in avanti - se non ricordo male - gli imperatori romani pagavano tributi alle popolazioni germaniche perché non attraversassero il limes mettendosi a scorrazzare a destra e a manca.

Nel frattempo, però, molte genti "barbare" venivano arruolate nell'esercito e svolgevano i lavori più umili o venivano mandate a coltivare la terra nelle zone abbandonate... tutto qui

AGGIUNTA DEL PRIMO DICEMBRE:
Continuo con l'analogia romana.
Un altro leghista un'altra proposta (sempre dal corriere.it):
Il sottosegretario leghista Francesca Martini propone mutua e cimiteri anche per i cani. "hanno un'anima, è giusto rispettarli!".
Le persone sono diverse, ma il partito è lo stesso che proponeva 2mila euro di incentivi agli immigrati per andarsene.
E' proprio vero che l'ultimo liberto dell'imperatore conta più di un uomo libero
(Svetonio, su Claudio).